top of page

Supporto per la Formazione e il Lavoro 2023

Aggiornamento: 15 nov 2023

Il 2023 segna un capitolo significativo nell'ambito del supporto per la formazione e il lavoro, con l'INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) che si impegna ad erogare un contributo per facilitare il percorso lavorativo di individui in tutta Italia tramite corsi professionali e molto altro ancora.


In questo articolo, esamineremo nel dettaglio il Supporto per la Formazione e il Lavoro (SFL) dell'INPS, esplorando le sue caratteristiche principali, il funzionamento, i requisiti e il processo di candidatura.


Cos'è il Supporto per la Formazione e il Lavoro?

Il Supporto per la formazione e il lavoro (SFL) è un nuovo contributo mensile dell'INPS che si andrà ad aggiungere all'assegno di inclusione in sostituzione al Reddito di Cittadinanza. I singoli membri delle famiglie che soddisfano determinate condizioni economiche, di cittadinanza e di residenza possono presentare la domanda di SFL attraverso il servizio dell'INPS.


L'SFL è dunque una misura di attivazione al lavoro mediante la partecipazione a progetti riguardanti le seguenti aree:

  • Accompagnamento al lavoro;

  • Qualificazione professionale;

  • Riqualificazione professionale

  • Politiche attive del lavoro;

  • Progetti utili alla collettività;

  • Servizio civile universale.

Come Funziona il Supporto per la Formazione e il Lavoro?

Il Supporto per la Formazione e il Lavoro, è stato introdotto dal decreto Lavoro (decreto-legge 4 maggio 2023, n. 48, convertito con modificazioni dalla legge 3 luglio 2023, n. 85), a partire dal 1° settembre 2023.


Per richiedere l'SFL è necessario seguire i seguenti passaggi:

  1. Fare domanda di SFL all’INPS in modalità telematica;

  2. Effettuare iscrizione al Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa (SIISL), la piattaforma ideata al fine di facilitare la ricerca del lavoro e di trovare le attività formative più idonea alla qualificazione o riqualificazione del beneficiario;

  3. Stipulare il Patto di attivazione digitale (PAD) in seguito all'esito positivo della domanda;

  4. Stipulare il Patto di servizio personalizzato;


Quali Sono i Requisiti per il Supporto?

Il Supporto per la Formazione e il Lavoro è rivolto ai singoli componenti di nuclei familiari aventi:

  • Età compresa tra i 18 e i 59 anni;

  • Possesso di precisi requisiti di cittadinanza, soggiorno, residenza e economici.

Sul sito dell'INPS potete trovare maggiori dettagli, per questo ed altri sussidi come l'assegno di maternità dello stato, per quanto riguarda i requisiti.


Come Fare Domanda per il Supporto?

Il processo di candidatura coinvolge la compilazione di un'apposita domanda fornita dall'INPS in modalità telematica. La documentazione richiesta include informazioni personali e documenti finanziari. L'INPS potrebbe anche offrire sessioni informative o supporto online per guidare gli aspiranti beneficiari attraverso il processo di domanda.


In conclusione, il "Supporto per la Formazione e il Lavoro 2023 dell'INPS" rappresenta un impegno tangibile verso la creazione di opportunità più ampie per gli individui desiderosi di sviluppare le proprie competenze e inserirsi con successo nel mondo del lavoro.

25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page